AkiraTeaHouse

Le Teiere Yixing, tutto ciò che vi serve sapere

Per tutti gli intenditori e appassionati di tè, l’acquisto di una teiera Yinxing è certamente un investimento e un pezzo da avere a casa per l’infusione del proprio tè. Cosa rende queste teiere così speciali ?

Nota anche come teiera Zisha, ma anche con il nome di Zi Sha Hu in Cina o teiere “in argilla viola”, sono forse le teiere più famose della Cina, proviene appunto dalla città di Yixing, tipica città industriale cinese. Sono così chiamate per un composto specifico di minerale ferroso che provoca la colorazione unica di queste teiere. Esse erano cotte senza smalto ed utilizzate per preparare specifici tipi di tè Oolong. Questo tipo di teiera è considerata come quella dagli standard più alti per ciò che riguarda l’infusione del tè, per questo motivo se siete ormai dei veri tea lovers la conoscerete certamente.

Prima di utilizzare questa splendida teiera è giusto che sappiate come prepararla al meglio, in modo da “stagionarla”, solo in questo modo migliorerà il gusto, l’aroma e il colore del vostro tè e inoltre acquisterà valore nel tempo. E’ errato pensare di utilizzarla direttamente dopo l’acquisto. Di seguito vi elencheremo le caratteristiche più note e il modo di utilizzo.

La prima Pulizia della Zisha

Dopo aver acquistato la vostra teiera ciò che dovrete fare è sciacquarne accuratamente l’interno e l’esterno con acqua fredda, senza usare assolutamente detersivi o sapone. In seguito, utilizzate le dita per controllare ed eliminare qualsiasi eventuale residuo di argilla rimasto all’interno della teiera o nel coperchio. Fate uscire l’acqua dal beccuccio per assicurarvi che l’acqua scorra e non vi siano residui dal collo della teiera.

Una volta terminato il risciacquo a freddo provvedete a farla bollire in una pentola larga, in questo modo si andranno ad eliminare il sentore di argilla ed altre eventuali impurità. Occorrerà posizionare la teiera e il coperchio separatamente al centro della pentola e riempire la pentola con acqua in modo da coprire la teiera e il coperchio. Fate bollire per 30minuti circa senza muovere gli oggetti. Dopo la bollitura, lasciare la teiera dentro la pentola, in modo da farla raffreddare gradualmente.

L’ asciugatura

Dopo che l’acqua si sarà raffreddata prendete la teiera e il coperchio Zisha di terracotta, risciacquateli con acqua tiepida e asciugateli delicatamente con un panno asciutto. Potete anche scegliere di farla asciugare naturalmente per un paio di giorni. Siete pronti per utilizzare la vostra teiera Yixing è pronta per l’uso!

Le caratteristiche della Teiera Zisha

Vi riportiamo di seguito le caratteristiche più comuni di una teiera Zisha e del motivo di tale acquisto:

  1. Conservano il colore, l’aroma e il sapore originale del tè, migliorandone anche il gusto, rendendolo più ricco e morbido.
  2. Le teiere Yixing hanno un’ottima resistenza alle temperature estreme, quindi possono essere utilizzate sia sul fuoco senza che si formino delle crepe.
  3. Il colore di una teiera Yixing normalmente è bruno-rossastro (anche se attualmente sono disponibili anche altri colori), ma cambia nel corso del tempo se usata regolarmente, variando a seconda del tè che viene messo in infusione all’interno.
  4. Più la teiera viene usata, più diventa splendente. Questo perché la teiera assorbe una piccola quantità di tè durante ogni infusione, e ciò permette all’argilla di sviluppare un rivestimento lucido.
  5. Grazie alle sue proprietà di lento trasferimento e di conservazione del calore, la teiera è sicura da toccare e da utilizzare, senza scottarsi le mani.
  6. L’argilla speciale assorbe anche il profumo del tè. Se si mette dell’acqua di rubinetto in una teiera Yixing usata frequentemente, l’acqua avrà immediatamente sia l’odore che il sapore del tè!
  7. La natura porosa dell’argilla Yixing permette alla teiera di preservare il sapore del tè. Si dice che anche se il tè venisse lasciato all’interno della teiera per tutta la notte, il suo colore non cambierà e non sarà rovinato.

Consigliamo l’utilizzo della teiera Zisha con i tè oolong, pu erh e neri.

Post a Comment